Tag Archives: Perché guardiamo gli animali

PERCHE’ GUARDIAMO GLI ANIMALI?

21 Nov

12 inviti a riscoprire l’uomo attraverso le atre specie viventi
di John Berger
Edizioni Il saggiatore
Pagine 140 Euro 16

perchè guardiamo gli animali.jpgGli animali, così simili e così diversi, all’inizio entrano nel nostro immaginario come messaggeri e come promesse. Sono i primi soggetti delle nostre pitture e, probabilmente, il primo materiale utilizzato per dipingere, fu il loro sangue.
Oggi, nonostante gli animali abitino le case di milioni di persone e siano ovunque (solo negli USA si contano 40 milioni di cani, 40 milioni di gatti, 15 milioni di uccelli in gabbia e 10 milioni di altri animali domestici) stanno in realtà scomparendo a causa della nostra incapacità di incontrarli rispecchiandoci nei loro occhi.

Gli animali, sempre di più, sono creature generate dal nostro stile di vita. Sono sterilizzati, sessualmente isolati, limitati nei movimenti, privati del contatto con altri, nutriti con cibi industriali, mancano di terra, spazio, stagioni, temperature naturali ecc… Ed è proprio per questo che stanno scomparendo. Anche se ci osservano, per noi, non ha più alcuna importanza. Sono normalmente invisibili.

L’autore del libro ci spiega e ci ricorda che tutto questo è cominciato a succedere con gli zoo pubblici. Furono aperti agli inizi dell’800 con lo scopo di mostrare e studiare quegli animali che si riuscivano a vedere e incontrare con difficoltà. In realtà, porre gli animali in condizioni così artificiali e innaturali ha rafforzato l’impossibilità di tali incontri. Allo zoo gli animali sono in compagnia del nulla. Sono un monumento vivente alla loro stessa scomparsa.
L’autore indaga sulla tematica della scomparsa animale utilizzando linguaggi diversi: una favola, un racconto, un saggio critico… Si tratta di dodici inviti a riscoprire la nostra umanità attraverso le specie viventi. Un libro interessante per approfondire e capire i nostri errori e la nostra solitudine.

Annunci